La gestione responsabile e sostenibile della catena di fornitura e la creazione di valore per gli stakeholder e per i partner commerciali rappresentano per ERG valori fondamentali.

ERG ricerca nei fornitori, subappaltatori e collaboratori esterni un impegno alla condivisione dei propri principi, chiedendo il rispetto delle regole di comportamento da adottare previste nel Codice Etico del Gruppo ERG, nel Codice di Condotta Fornitori e nel Modello di Organizzazione e Gestione D.lgs. 231.

ERG inoltre si accerta che venga garantito, in tutta la catena di fornitura, il rispetto dei principi fondamentali ESG (Environmental, Social, Governance) con l'obiettivo di valutare sotto il profilo della sostenibilità, entro il 2021, un numero di fornitori pari all'80% del volume di acquisto movimentato.

Tutti coloro che venissero a conoscenza di qualsiasi violazione del Codice Etico o del Codice di Condotta Fornitori sono incoraggiati dal Gruppo ad effettuare una segnalazione alla casella mail odv@erg.eu.

Documenti Utili


Codice di Condotta Fornitori del Gruppo ERG
Codice Etico
Modello di Organizzazione e Gestione D.lgs. 231
Sustainability Policy
Human Rights Policy
Due Diligence Terze Parti significative

Sustainable Procurement

Il nostro impegno ad aderire ai più alti standard di responsabilità sociale, etica e ambientale riguarda tutti i settori della nostra attività, incluso il rapporto con fornitori di beni e servizi.

I fornitori appartenenti ad alcune categorie merceologiche sono monitorati e valutati in ambito ESG. A seguito della valutazione della performance ESG, attraverso la somministrazione di un questionario, a ciascun fornitore viene attribuito un punteggio.

Sulla base del punteggio ottenuto e delle relative risultanze emerse, ERG potrà prevedere l'implementazione di attività di monitoraggio e/o di piani di miglioramento.
Rating di Sostenibilità

ERG si è posta l'obiettivo di valutare entro il 2021, sotto il profilo della sostenibilità, i fornitori che rappresentano l'80% circa del volume di acquisto movimentato, organizzando audit di verifica presso i fornitori stessi.

Inoltre, entro il 2020, sarà completata la valutazione degli aspetti HSE per tutti fornitori operanti nei siti, indipendentemente dalla tipologia o dall'importo dell'attività.