Lavoriamo in sicurezza

Svolgiamo le nostre attività in piena sicurezza e nel rispetto delle richieste normative e di compliance, per garantire ai nostri operatori un ambiente di lavoro tutelato e sicuro.

La gestione attenta della salute e sicurezza sul lavoro è ribadita all'interno del nostro Codice Etico, nella nostra Sustainability Policy e nelle politiche Qualità Ambiente e Sicurezza.

Un adeguato sistema di lavoro è alimentato da una diffusa cultura della sicurezza e da buone pratiche comportamentali, con il supporto di adeguati metodi di gestione certificati.

Per questo, abbiamo consolidato il nostro impegno nell'adozione continua di sistemi di gestione per la sicurezza, l'ambiente e la qualità, coerenti con gli standard internazionali di riferimento.
 

Tutti gli impianti e uffici italiani sono certificati in accordo con la normativa OHSAS 18001- ISO 45001 coprendo oltre il 90% del personale del Gruppo.


Concretizziamo questo impegno attraverso una promozione attiva della prevenzione degli infortuni per tutti i dipendenti, inclusi quelli delle ditte appaltatrici, e della cultura della sicurezza.

Nel 2019 abbiamo avviato un percorso rivolto ai dipendenti e ad aziende terze con l'obiettivo di individuare tutti i rischi potenzialmente verificabili e capaci di generare emergenze o situazioni dannose, al fine di prevenirle o contenerle.

Il percorso ha previsto attività dedicate a:
- sensibilizzare gli utenti sull'importanza di avere comportamenti corretti nel corso delle proprie attività quotidiane in campo;
- rinnovare l'invito alla segnalazione dei "near miss", quegli eventi che, sebbene non abbiano generato danni, avrebbero potuto trasformarsi in incidenti.
 

AUDIT HSE IN CAMPO NEL 2020
 

689 
controlli 
wind

40
controlli
thermo
71
controlli
solar
100
controlli
hydro
  • Sistema di Gestione H&S
    Le prime iniziative hanno riguardato le norme di riferimento e i processi di monitoraggio. In particolare, alla luce della nuova struttura ONE Company, abbiamo avviato la semplificazione e armonizzazione di tutte le procedure certificate OHSAS 18001 stratificatesi nel tempo nelle diverse società del Gruppo, aggiornandole al nuovo standard 2015. Entro la fine 2020, sostituiremo le attuali certificazioni con quelle della nuova norma ISO 45001.
  • Sistema di Controllo delle Performance e Audit
    Monitorare gli indicatori prestazionali (KPI) è un'attività fondamentale per stimolare l'organizzazione verso la realizzazione dell'obiettivo "zero incidenti".

    Ecco perché il sistema di controllo delle performance in tema di sicurezza e ambiente è stato unificato e uniformato per tutte le società del Gruppo, attraverso definizioni, KPI, metodi di analisi e reportistica comuni, nonché criteri omogenei di gestione e di analisi degli incidenti.

    Abbiamo inoltre rinforzato le attività di controllo attraverso un programma di audit interni da attuarsi, grazie a team "trasversali", su tutte le realtà  realtà aziendali. In questo modo, abbiamo favorito gli scambi di conoscenze, le interazioni tra aree operative diverse e l'analisi sistemica dei risultati, grazie alla quale è possibile migliorare le condizioni di lavoro delle persone preservando i nostri beni.

     
  • Sistemi di segnalazione dei mancati incidenti
    Crediamo che la consapevolezza e la partecipazione attiva del personale siano presupposti essenziali per l'attuazione dei nostri principi. Riguardo i mancati incidenti (near miss), è molto importante promuovere una cultura della sicurezza basata sulla prevenzione perché aiuta a tutelare le persone e l'ambiente.

    Per questo motivo, abbiamo incentivato e potenziato il processo di segnalazione dei near miss da parte dei dipendenti e delle ditte terze che operano presso i nostri siti: attraverso l'approfondimento di ciascun riscontro, infatti, possiamo risalire alle cause e valutare se situazioni analoghe siano riscontrabili altrove nei nostri impianti.

    Anche se manteniamo alto il rispetto e il monitoraggio delle procedure operative, nel 2018 si sono registrati quattro infortuni a dipendenti italiani – tutti nell'ambito della manutenzione degli impianti eolici – nessuno determinato da carenza di sicurezza delle apparecchiature o degli impianti ma generati da modalità comportamentali.

    Le funzioni HSE del Gruppo hanno valutato gli eventi e attuato i rimedi necessari a prevenire il ripetersi degli infortuni. Le analisi hanno riguardato non soltanto la zona specifica dell'incidente ma tutte le zone degli impianti interessati, in modo da estendere il più possibile gli effetti della prevenzione.
     
  • Attività di sensibilizzazione degli appaltatori
    Crediamo che la cultura della sicurezza non debba essere coltivata solamente all'interno del Gruppo, ma debba essere diffusa anche tra gli esterni che vengono a lavorare presso le nostre sedi.

    Per questo motivo, abbiamo coinvolto direttamente i nostri appaltatori in attività di sensibilizzazione in aula, per promuovere la cultura della sicurezza e condividere il nostro approccio. Abbiamo inoltre rivisto i documenti aziendali che regolano i rapporti con i fornitori, per enfatizzare le verifiche tecnico-documentali dei requisiti degli appaltatori prima dell'inizio dei lavori.

    Infine, abbiamo implementato un processo "last minute" di analisi del rischio che, nel momento del reale inizio delle attività e sotto il nostro coordinamento, prevede un ulteriore esame delle aree di lavoro, per confermare o adeguare la valutazione dei rischi condotta in precedenza. Questo momento finale viene formalizzato in campo tra i nostri rappresentanti e quelli dell'impresa terza.

     

Safety First 2016


Anche quest'anno abbiamo organizzato un concorso a premi rivolto a tutte le persone di ERG Renew O&M per sensibilizzare tutti sui temi di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro. Sfoglia la gallery!

Leggi la news dell'11 ottobre 2016 
Pagina modificata il giorno 29 mar 2021