La partecipazione attiva ai tavoli di lavoro

Ci impegniamo a collaborare con le Istituzioni, sia direttamente che attraverso le Associazioni di Categoria, e partecipiamo attivamente a tavoli di lavoro congiunti.

Nel corso del 2019 abbiamo sottoscritto rilevanti documenti d'indirizzo, tra cui quello destinato alle istituzioni dell'Unione Europea per sostenere l'elettrificazione dei consumi energetici, a nostro avviso il metodo più efficace per proseguire nel percorso di decarbonizzazione dell'energia.

Abbiamo anche organizzato, sia in Italia che in UK, momenti di riflessione su argomenti fondamentali per l'evoluzione delle rinnovabili, coinvolgendo figure chiave del mondo istituzionale italiano e non solo.
Citiamo le due Roundtable nel Regno Unito e l'evento "The wind of energy transition: deep dive into European and national wind energy perspectives" organizzato insieme al World Energy Council Italy, tenutosi a Roma. Inoltre, sempre nel corso del 2019, abbiamo partecipato, direttamente e attraverso il dibattito associativo, a tutte le più importanti consultazioni pubbliche in Italia e nei Paesi europei di nostro maggiore interesse.

Tra le consultazioni in Italia si segnalano quelle indette dall'Autorità per l'Energia, dai Ministeri, dal gestore della rete di trasmissione (Terna), dal Gestore dei Servizi Energetici (GSE) e dal Gestore dei Mercati Energetici (GME).

Di particolare rilievo è stata l'attività interna volta ad elaborare il nostro contributo al Piano Nazionale Integrato per l'Energia e il Clima (PNIEC), fornito a maggio 2019, un'occasione unica per ribadire alle Istituzioni italiane la centralità dello sviluppo delle rinnovabili elettriche, la semplificazione del permitting e l'implementazione di adeguati meccanismi di sostegno, con particolare riguardo al "repowering" degli impianti esistenti.

Abbiamo avuto l'occasione di rimarcare la priorità che dovrebbe essere riservata al rinnovamento degli impianti eolici. Iniziative industriali che interessano i siti più ventosi e che, senza richiedere l'utilizzo di nuovo suolo permettono un aumento considerevole della produzione rinnovabile.
  • "THE WIND OF ENERGY TRANSITION: DEEP DIVE INTO EUROPEAN AND NATIONAL WIND ENERGY PERSPECTIVES"
    Nel novembre 2019, insieme al Comitato Nazionale Italiano del World Energy Council – WEC, Elettricità Futura, ANEV ed E2i – abbiamo organizzato un seminario a porte chiuse focalizzato sul ruolo del settore eolico nella transizione energetica.

    Questo importante evento internazionale ha offerto l'opportunità di articolare un dialogo multi-stakeholder tra istituzioni, organizzazioni e aziende nazionali ed internazionali attive nel settore eolico europeo, per scambiare esperienze e informazioni su politiche, normative, programmi di sviluppo dei parchi eolici, best practice e modelli di business innovativi.

    Hanno partecipato al dibattito i rappresentanti di IRENA (International Reneable Energy Agency), Wind Europe, dei Ministeri competenti in materia energia di UK, Estonia, Italia e della Commissione Europea, insieme alle associazioni e alle aziende di riferimento italiane, Elettricità Futura, ANEV, GSE, ERG, E2i, ENEL e CESI.

    Nel corso del seminario è stato messo in evidenza come, secondo i dati dell'International Renewable Energy Agency – IRENA, entro il 2040 le energie rinnovabili soddisferanno il 40% della domanda globale di energia elettrica. Questo aspetto, combinato a una maggiore elettrificazione e misure di efficienza energetica, consentiranno di abbattere oltre il 90% delle emissioni di CO2 legate al settore dell'energia.

    Il World Energy Council ha presentato inoltre i risultati dell'indagine europea "Report on Spatial Planning Principles and Technical Restrictions for Wind Park Developments" su policy, normative e standard per lo sviluppo dell'eolico in 11 paesi (Danimarca, Estonia, Finlandia, Germania, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Polonia, Spagna e Svezia) che traccia un quadro aggiornato delle normative relative alla pianificazione territoriale dei parchi eolici, requisiti tecnici/ restrizioni per la costruzione di generatori eolici e possibili schemi di compensazione e coinvolgimento delle comunità locali.

    Il seminario ha fornito anche l'occasione per ribadire l'importanza, in vista dei target al 2030 delineati dalle proposte del "Piano Nazionale Integrato per l'Energia e il Clima" presentate dai diversi Paesi UE, della valorizzazione di una risorsa naturale, rinnovabile e disponibile come l'energia eolica nella transizione energetica europea.

    A tale riguardo vale la pena ricordare che come viene riportato nella "Carta del rinnovamento eolico sostenibile", documento rinnovato e presentato nel corso di Key Wind 2019 a Rimini (e di cui ERG è tra i primi sostenitori) - promuovere le attività di rinnovamento degli impianti eolici garantirà un ulteriore impulso allo sviluppo delle energie rinnovabili, preservando e incrementando al contempo i vantaggi per le comunità territoriali interessate.

     
  • ELECTRIFICATION ALLIANCE DECLARATION
    Insieme ai principali stakeholder europei dell'energia elettrica guidati da Eurelectric, l'associazione europea del settore elettrico, ERG ha sottoscritto un'iniziativa di advocacy per supportare l'elettrificazione dell'energia, strumento cardine per la decarbonizzazione prevista dall'European Green Deal promosso dalla Commissione Europea.

    È nata così l'Electrification Alliance, con l'intento di sensibilizzare le istituzioni europee e la società civile sull'opportunità di intensificare l'utilizzo di energia elettrica prodotta da rinnovabili in sostituzione di altri vettori energetici da fonte fossile.

    Come confermano venti anni di sviluppo e diffusione delle rinnovabili elettriche, l'elettricità si dimostra essere il migliore vettore per incrementare l'utilizzo di energie rinnovabili in modo semplice ed economico. Inoltre, il ricorso all'energia elettrica consente di ottenere i migliori rendimenti sotto il profilo energetico, riducendo quindi il fabbisogno complessivo di energia dei principali settori con ampie potenzialità di elettrificazione, come i trasporti e l'heating & cooling.

    I principi dell'Alliance sono confluiti nella Declaration of Electrification Alliance, presentata a Bruxelles il 6 novembre 2019, in occasione dell'evento dedicato "Powering the European Green Deal", alla presenza dell'attuale Direttrice Generale della Direzione Generale dell'energia della Commissione Europea, Ditte Juul-Jørgensen.