Il dialogo

Siamo cresciuti negli anni seguendo la nostra mission di produttori indipendenti di energia elettrica "a forte vocazione rinnovabile" raggiungendo una dimensione europea.  Attualmente operiamo in sette diverse nazioni in Europa e in quattordici regioni in Italia, con un portafoglio di attività che spazia dallo sviluppo e realizzazione ex novo di parchi (cd. greenfield) alla gestione e ottimizzazione degli impianti esistenti, inclusa la vendita sul mercato dell'energia prodotta, sino al loro completo rinnovamento (repowering).

In Italia, siamo un operatore riconosciuto e apprezzato per l'efficace riposizionamento dal petrolio alle rinnovabili. In altri Paesi, come Francia, Germania e Regno Unito, siamo in una fase di crescita e consolidamento, che richiede una grande attenzione nello sviluppo delle relazioni con gli stakeholder, in particolare quelli istituzionali e media.

Le modalità e le tipologie di relazione con gli stakeholder variano a seconda del grado di maturità e profondità di rapporto raggiunto nei vari Paesi e degli obiettivi di sviluppo del nostro Piano Industriale.

Pur seguendo strategie relazionali differenti, rimane costante il nostro approccio metodologico e il nostro modo di fare impresa, che si basa sulla valorizzazione dei rapporti con i territori ove operiamo, con le autorità, i clienti, i fornitori, gli azionisti, i dipendenti e tutti gli stakeholder.

Legalità, onestà, correttezza, uguaglianza, riservatezza, equità, integrità, trasparenza, responsabilità, sostenibilità sono i principi che ci ispirano e ci guidano nel confronto e nella realizzazione di iniziative CSR.
  • Il dialogo con gli Stakeholder Istituzionali
    Quello elettrico è un settore "sensibile", in quanto finalizzato all'erogazione di un servizio di pubblica utilità qual è l'energia elettrica, ed è per tale ragione caratterizzato da una forte regolazione: un articolato sistema di norme nazionali ed europee, con una forte spinta dal processo di transizione verso un'economia decarbonizzata in atto.

    Il dialogo con le istituzioni sia nazionali che europee permette di partecipare proattivamente e contribuire a tale epocale evoluzione. In un contesto così dinamico, il confronto con le Associazioni di Categoria (quali ad esempio Confindustria, Elettricità Futura, ANEV, WindEurope, Associazioni eoliche dei Paesi esteri) e i principali soggetti del settore permettono di elaborare e rafforzare le nostre istanze di operatore industriale delle energie rinnovabili, sostenendo politiche di decarbonizzazione fondamentali per il perseguimento della nostra mission e, quindi, lo sviluppo sostenibile del nostro business. Nel 2019 abbiamo condiviso le nostre competenze industriali e la conoscenza del settore partecipando a numerosi tavoli di lavoro. I più rilevanti hanno trattato:

    • il Clean Energy Package, presentato dalla Commissione Europea, nel cui ambito è stata anche approvata la nuova Direttiva sulle fonti rinnovabili e l'obiettivo del 32% di copertura delle rinnovabili sui consumi finali lordi al 2030;

    • l'ampliamento ed il rafforzamento del sistema ETS con l'obiettivo di sostenere il valore di mercato delle quote di emissione di CO2;

    • la definizione dei Piani Nazionali Integrati per l'Energia e il Clima (PNIEC) dei Paesi di nostro maggiore interesse;

    • il dibattito sulle soluzioni per la promozione e la semplificazione autorizzativa degli impianti rinnovabili, compreso il repowering degli impianti esistenti;

    • la riforma del Mercato Elettrico e l'implementazione del Mercato della Capacità;

    • i diversi provvedimenti ministeriali di dettaglio per il sostegno allo sviluppo delle fonti rinnovabili.

    La partecipazione attiva ai tavoli permette di accrescere la nostra reputazione e migliorare le nostre competenze. Per gestire al meglio le relazioni con gli stakeholder istituzionali, abbiamo adottato un sistema di controllo interno basato su procedure integrate nel Modello Organizzativo (ex D.Lgs. 231/01 e s.m.i.) e affiancato da uno specifico sistema sanzionatorio (si rimanda al capitolo sull'anticorruzione pubblicato in questo documento).

    In linea con tali principi, abbiamo inoltre adottato una specifica Policy che vieta l'erogazione di contributi a partiti, movimenti, comitati o organizzazioni politiche o sindacali, a loro rappresentanti o candidati.
  • ERG e le Relazioni Internazionali
    Con l'obiettivo di ampliare la nostra presenza internazionale, presidiamo le attività delle principali istituzioni europee a Bruxelles, con focus specifico sui temi energetici e ambientali, anche grazie al supporto delle associazioni di settore (Wind Europe). Allo stesso tempo, monitoriamo attentamente l'evoluzione politica, normativa e regolatoria degli Stati Membri in cui siamo presenti (Francia, Germania, Regno Unito, Polonia, Bulgaria e Romania), sia tramite la partecipazione alle associazioni di categoria nazionali che attraverso un dialogo diretto con le Istituzioni del paese di riferimento.

    Come definito dal nostro Piano Industriale, i mercati di Francia, Germania e Regno Unito rappresentano un elemento strategico della nostra evoluzione di business nei prossimi anni.

    Per questo abbiamo sviluppato un programma di stakeholder engagement mirato per ciascuno di questi Paesi, così da migliorare e accrescere il nostro profilo e la nostra riconoscibilità quale operatore green, impegnato attivamente nella transizione energetica in atto. È questo un modo per stabilire partnership e relazioni significative con gli altri operatori, i media e gli stakeholder istituzionali, a supporto dello sviluppo del Gruppo.
     
  • Il dialogo con la Comunità Finanziaria
    Abbiamo rapporti consolidati con la Comunità Finanziaria - un nostro importante stakeholder - che ci impegniamo a coinvolgere costantemente in modo trasparente e tempestivo, fornendo tutte le informazioni utili a valutare le opportunità di investimento nel nostro titolo.

    Un continuo e puntuale aggiornamento sulla realizzazione degli impegni industriali presi è utile infatti per mantenere la fiducia degli operatori finanziari. Inoltre, la chiarezza nella comunicazione delle strategie di sviluppo è elemento indispensabile per sostenere il valore di ERG, che sta portando avanti importanti investimenti nelle energie rinnovabili in Italia e in Europa.

    In questo contesto, dunque, la funzione Investor Relations si è focalizzata sulla spiegazione della nostra strategia e dei nuovi target finanziari at-traverso alcuni roadshow, incontri e conference call, utilizzando una comunicazione proattiva anche tramite i canali social. In questi ultimi anni, con la nostra trasformazione industriale e la transizione energetica, le tematiche ESG e l'interesse da parte dei SRI (Social Responsible Investors) sono cresciute notevolmente, dal momento che l'interesse verso ERG da parte degli investitori ESG è aumentato in modo considerevole.


    L'engagement del Gruppo verso la sostenibilità, il dialogo proattivo con gli investitori istituzionali e la stretta collaborazione con la funzione di sostenibilità, sono fattori chiave per una efficace comunicazione al mercato su tutti i temi di interesse.

    Gli strumenti della comunicazione finanziaria

    Per rafforzare le nostre relazioni con la Comunità Finanziaria, organizziamo incontri specifici e roadshow, sia in Italia che all'estero. Anche nel corso del 2019, la funzione Investor Relations, insieme al Top Management, è stata impegnata in un'importante attività focalizzata alla presentazione e all'approfondimento del Piano Industriale agli investitori istituzionali.

    L'attività di roadshow che abbiamo realizzato nel 2019 ha toccato le principali piazze finanziarie europee (Milano, Londra, Parigi e Amsterdam), americane (New York e Chicago), sbarcando per la prima volta anche in Australia (Sydney), coinvolgendo complessivamente 125 investitori. Di questi, 20 sono SRI (Social Responsible Investors), cioè investitori che basano le proprie scelte di investimento su criteri ESG, ulteriore dimostrazione di una crescente attenzione verso temi legati alla sostenibilità.

    A testimonianza di ciò, il 2 luglio 2019, abbiamo partecipato al Sustainability Day organizzato da Borsa Italiana, in cui il management di ERG ha spiegato nel dettaglio il percorso di trasformazione del Gruppo e gli impegni del business plan 2018-2022, direttamente correlati ai temi ESG. Tale appuntamento si è rivelato molto importante per gli investitori, perché hanno avuto la possibilità di conoscere il Gruppo non solo dal punto di vista della strategia e dei target finanziari, ma anche delle tematiche CSR, che stanno diventando sempre più rilevanti. Anche nel corso di altri incontri e conferenze di settore, sia in Italia che all'estero, abbiamo osservato come la transizione energetica sia al centro dell'attenzione del mercato in questi ultimi anni. ERG in questo senso è stata riconosciuta come un esempio di eccellenza nelle trasformazioni industriali e per ciò che riguarda un modello di business orientato alla crescita nelle rinnovabili.

    Conseguentemente, il gruppo è stato ricompreso all'interno di importanti Indici di Sostenibilità, che raggruppano le aziende quotate sulla base di criteri ESG e che vengono utilizzati dagli investitori che fondano le proprie scelte di investimento su tali criteri. Inoltre gli analisti finanziari sono sempre in costante contatto con il team di Investor Relations in modo da recepire le trasformazioni ed i risultati della nostra azienda all'interno dei propri modelli valutativi, tenendo presente l'evoluzione dello scenario di riferimento. Inoltre, nel segno della trasparenza ed accessibilità che ci contraddistinguono, l'attività di IR offre continuo supporto anche degli investitori retail, che dal nostro sito (www.erg.eu) possono accedere alla stessa documentazione resa disponibile agli analisti e seguire in diretta via webcast le conference call di presentazione dei risultati finanziari.

    Per la sua attività di comunicazione verso l'esterno, Investor Relations si avvale anche di una casella di posta elettronica dedicata, a disposizione di chiunque sia interessato al Gruppo e ai suoi business e voglia richiedere informazioni o chiarimenti.
  • Il dialogo con il Territorio
    Essere presenti in un territorio non vuole dire per noi solamente installare e gestire impianti per la produzione di energia elettrica, ma anche sviluppare e curare un sistema di relazioni trasparente con la comunità locale; vuol dire identificare e sviluppare iniziative specifiche, studiate e strutturate per il territorio, favorendo il benessere sociale ed economico diffuso della collettività.

    Le attività del Gruppo sui territori di riferimento quindi non solo prendono la forma di erogazioni a favore di Enti ed Associazioni che propongono iniziative di particolare interesse, ma prevedono anche una serie di attività concordate con le istituzioni e le organizzazioni di maggiore rappresentatività che permettono di condividere il valore delle iniziative stesse con l'intera comunità. Tra quelle del 2019 è importante rilevare:

    • rimodulazione degli orari di apertura delle Cascate delle Marmore: di concerto con le autorità locali, sono stati modificati, mantenendo il numero totale delle ore nell'anno, gli orari di apertura delle cascate accogliendo e supportando le esigenze di carattere turistico;

    • donazione del Mulino Netti alla città di Narni. All'interno dell'antico mulino ad acqua, il giovanissimo Aldo Netti iniziò a sperimentare una macchina collegata alle pale del mulino e riuscì a fare "il miracolo" di produrre energia elettrica con cui accendere le lampade della città di Narni. Il Comune di Narni realizzerà all'interno dello storico immobile un centro documentativo ambientale e polo didattico, nell'ambito della valorizzazione delle Gole e della Valle del fiume Nera;

    • investimento partecipativo: per la realizzazione degli studi preliminari di alcuni parchi eolici francesi, abbiamo dato la possibilità ai cittadini dei paesi vicini al sito di partecipare al progetto investendo in mini-bond creati per l'occasione che riconoscevano un tasso molto vantaggioso;

    • le inaugurazioni di nuovi parchi eolici in Francia sono diventate occasioni per coinvolgere la popolazione, gli studenti e le autorità dei paesi vicini in visite agli impianti e in corsi di formazione sul tema delle fonti rinnovabili;

    • nelle zone dei parchi eolici abbiamo creato numerose aree attrezzate, percorsi cicloturistici con lo scopo di migliorare la vivibilità dei luoghi e creare dei percorsi volti a favorire il turismo esplorando al tempo stesso il rapporto tra gli impianti e la natura. Questi si aggiungono ai progetti realizzati annualmente a favore delle scuole: nel 2019 abbiamo lanciato la sesta edizione di "Vai col Vento!" che ha coinvolto in attività di educazione ambientale i ragazzi delle terze medie (con il doppio ruolo di stakeholder in qualità di "generazione futura" e "comunità locale") dei territori dove sono presenti i nostri impianti eolici italiani.

    Dato il successo di questo format, dal 2017 realizziamo l'analogo progetto "A tutta acqua!", un percorso per le scuole secondarie superiori localizzate nei territori ove sorgono i nostri impianti idroelettrici.

    Nell'ambito dei processi di sviluppo dei nuovi parchi eolici nel Regno Unito è stata concordata con la comunità locale una forma di contribuzione in base alla potenza installata del parco eolico (c.d. community benefit). Tali fondi confluiranno in un fondo (Grant) che sarà gestito in modo autonomo e utilizzato per sostenere iniziative locali e lo sviluppo imprenditoriale della zona. Oltre a tali sistemi di incentivo in alcuni casi si sta valutando la possibilità di offrire alla comunità locale l'opportunità di entrare in possesso di una delle turbine che costituiscono il parco.

    Questa forma – il c.d. Community Ownership – permette di trarre dei benefici economici dal progetto localizzato sul territorio sentendosi quindi maggiormente parte del progetto. Altre forme collaterali di sostegno (quali per esempio la copertura dei costi dell'energia elettrica delle comunità prossime al parco), vengono identificate di volta in volta grazie alla nostra esperienza nello sviluppo dei parchi eolici e alla fitta interlocuzione e gestione delle relazioni con le autorità e comunità locali avviate sempre nell'ottica di distribuire al territorio parte del valore aggiunto dei nostri impianti.
     
  • Il dialogo con i Media
    Grazie alle attività del Team Media Relations, raccontiamo il mondo di ERG: comunichiamo il nostro posizionamento e la nostra strategia, assicurando un'informazione completa e tempestiva a livello nazionale, internazionale e locale, sia sui media tradizionali che sui social media.

    Notizie, comunicati stampa, interviste, eventi, dossier, gallerie di foto, conversazioni e post sui canali social (Linkedin, Twitter, Youtube) sono alcuni degli strumenti attraverso cui ci rivolgiamo ad un'audience ampia e diversificata, per soddisfare le esigenze informative più varie, sia degli esperti di settore che di tutti coloro che vogliono scoprire il nostro modo di agire quotidiano, sostenibile ed etico.

    La frequenza delle nostre comunicazioni e la diversificazione dei mezzi, sempre nel rispetto della normativa per le società quotate, ci ha permesso di aumentare, gradualmente ma costantemente, la visibilità delle nostre attività, del nostro modo di operare e dei nostri valori. Le notizie relative al Gruppo, i risultati operativi e finanziari, i comunicati stampa, il press kit, le foto e video istituzionali si trovano all'interno dell'area Media del nostro sito istituzionale.

    È inoltre attiva una "social media room" collegata con i nostri account social (ERGnow ed ERGcareers su Twitter, ERG S.p.A. su Linkedin, ERGnow su Youtube, ERGnow su Instagram), per un aggiornamento costante, tempestivo e coinvolgente.

Le principali Associazioni italiane in cui siamo presenti

Le principali Associazioni italiane in cui siamo presenti

Le principali Associazioni estere in cui siamo presenti

Le principali Associazioni estere in cui siamo presenti