Procurement - Marco Longoni

ERG PROCUREMENT "ONECOMPANY" : L'EVOLUZIONE DEL RUOLO

Incontriamo Marco Longoni, da gennaio 2017 Head of Procurement di ERG, per farci raccontare quali importanti cambiamenti sono stati introdotti e quali sfide sta affrontando suo il team.

In che modo il Procurement sta accompagnando la trasformazione di ERG?

ERG, nel percorso di sviluppo e consolidamento del suo nuovo ruolo di primario operatore nel mercato della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, vento, acqua, gas naturale e di recente anche solare, ha avviato contestualmente un programma di consolidamento societario ed organizzativo in coerenza con la sua nuova missione e dimensione industriale.
Ha lanciato il progetto "OneCompany" che ha portato ad un ridisegno della struttura societaria ed organizzativa del Gruppo per renderla adeguata al nuovo modello di business. In tale ambito, ERG ha costituito anche una nuova unità centralizzata per la gestione dei processi di acquisto di beni e servizi sia di business che in ambito corporate: " Procurement OneCompany", come enabler di tutte le leve negoziali del processo di acquisto e di economie di scala.

In particolare, come sta evolvendo l'approccio del Procurement?

L'ambizione è quella di fare evolvere il ruolo del Procurement dalle attività tradizionali di "purchasing" a quelle di "procurement strategico", attraverso l'introduzione di nuove logiche organizzative e gestionali: dalla gestione dei singoli contratti di acquisto a quella trasversale delle categorie di acquisto tramite il category management, dalla gestione dell' "albo fornitori" alle tematiche di Vendor management, strategic sourcing con intelligence su spesa e mercato di fornitura. Un nuovo ruolo proattivo nella gestione della vendor list, anche introducendo nuove logiche di innovazione (ad esempio "innovation days" e workshop aziendali interfunzionali), di supporto tecnologico, di sviluppo e di risk management.

E il ruolo del Buyer?

Anche i Buyers dovranno evolvere ed accrescere le proprie competenze in coerenza con il nuovo modello di gestione: dal ragionare prevalentemente "per contratto" al focus sulle categorie di acquisto, monitorandole trasversalmente, per poi elaborare piani ed assumere decisioni: ad esempio pooling fornitori, unbundling supply chain, sviluppo di accordi quadro, e molte altre leve di ottimizzazione da poter utilizzare.
Una esigenza aziendale condivisa di fare un salto di qualità del Procurement, in quanto leva strategica per competere, in particolare nell'attuale scenario competitivo di mercato delle energie rinnovabili.