Energy Management - Matteo Parodi

Il tuo lavoro in 180 caratteri (se bastano!!!)

Da un paio di mesi lavoro nella nuova sede di Terni in qualità di responsabile della funzione di Short Term Analysis. Abbiamo il compito di supportare le altre aree del Front Office, Bidding e Trading, elaborando strategie di trading di energia elettrica. Sia fisica, prodotta dai nostri assets, che finanziaria, nel mercato dei derivati.
È un lavoro dinamico e incalzante, i mercati hanno scadenze rigide e una forte volatilità; contingenze e situazioni extra-ordinarie sono sempre dietro l'angolo.
Entusiasmo e lavoro di squadra sono l'antidoto per superare al meglio ogni situazione e raggiungere l'obiettivo principe dell'Energy Management: la massimizzazione dei margini!

 


Da quanto tempo sei in ERG?

Lavoro nell'Energy Management di ERG da settembre 2011. Ho la fortuna di aver vissuto tutto il processo di crescita del mondo power, che per noi di EM ha comportato la gestione in portafoglio di un notevole incremento di energia elettrica (è triplicata!) venduta in borsa e prodotta da assets del gruppo.

 


Quali competenze hai sviluppato in questo percorso?

Negli anni ho avuto la fortuna di occuparmi trasversalmente di molte attività di Energy Management: dopo la prima esperienza nel Middle Office, durante la quale tra le altre cose ho approfondito la conoscenza del mercato elettrico SPOT e del mercato dei derivati, ho vissuto una bellissima esperienza a Siracusa nell'area di bidding. In questa funzione vengono generate le offerte da inviare su IPEX (Italian Power Exchange) relativamente agli impianti nel nostro dispacciamento.

Lavoro di grande responsabilità, dove un click può valere moltissimi soldi. Esperienza molto formativa perché permette di conoscere appieno le tecnologie dei nostri assets e i meccanismi complicati che regolano il mercato spot e il mercato del servizio di dispacciamento.
Da novembre 2014 sono passato nell'area in cui lavoro attualmente, Short Term Analysis.


E quali svilupperai?

L'analisi è il filo conduttore che ha caratterizzato il mio percorso in ERG. Una discreta abilità nell'utilizzo degli strumenti informatici mi ha aiutato tanto e mi ha permesso di produrre valutazioni e modelli su più fronti, ampliando in breve tempo le miei competenze.
Il mio obiettivo attuale è prendere pezzetto per pezzetto tutto ciò che ho imparato in questi  5 anni e ricomporre il puzzle, in altre parole sviluppare un'ottimizzazione che non sia più di dettaglio ma di portafoglio integrato.
Questa è la sfida che voglio vincere nel corso del prossimo anno, potendo contare su colleghi di grande valore.