Recruiting & Onboarding al tempo del Coronavirus

Stefania, Ingegnere Ambientale - Back Office Specialist

  • Presentati…
    Ciao, sono Stefania Calace, ho 30 anni e vivo a Roma, anche se le mie origini sono lucane. Sono un ingegnere ambientale e ho conseguito un Dottorato di ricerca in ingegneria per l'innovazione e lo sviluppo sostenibile.

    Adoro viaggiare, leggere e non disdegno il buon cibo ma non chiedetemi di cucinare, il mio compagno è lo chef di casa. Che altro dire? Sono entusiasta di essere entrata a far parte del mondo ERG.
     
  • Quale posizione ricopri in ERG?
    In ERG faccio parte del Back Office presso la sede di Roma e ricopro la posizione di Back Office Specialist.
     
  • Cosa ti ha fatto scegliere ERG?
    Ho scelto ERG perché rappresenta la perfetta sintesi tra i miei studi accademici ed il settore privato. In ERG, infatti, l'aspetto green non solo è tenuto in considerazione ma rappresenta l'ideale aziendale.

    Credo inoltre che nell'attuale situazione in cui universalmente ci troviamo, l'attenzione verso l'ambiente, applicata al settore energetico con il supporto del progresso scientifico, rappresenti una sfida entusiasmante in cui crescere e maturare le mie conoscenze.
     
  • Come è stato cambiare lavoro nel periodo del Coronavirus?
    È stata una esperienza molto particolare. A fine febbraio, poche settimane prima del lockdown, ho conseguito il Dottorato di ricerca. Subito dopo ero pronta ad entrare nel mondo del lavoro, ma la pandemia ha gettato una grande ombra sulle realtà economico-finanziarie mondiali. C'era molta incertezza dal punto di vista lavorativo, soprattutto per chi come me cercava il primo impiego nel settore privato.

    Nonostante ciò, ho avuto la possibilità di partecipare ad un colloquio e di essere assunta proprio in ERG. Lo ammetto, non mi sarei aspettata di fare un colloquio durante una pandemia però i protocolli di sicurezza seguiti durante l'intera procedura di selezione mi hanno permesso di tornare per un istante alla normalità e concentrarmi sulla possibilità che l'azienda mi stava offrendo.
     
  • Come è stato il tuo onboarding?
    Già il termine onboarding è qualcosa di speciale, ti fa capire che stai entrando a far parte a pieno titolo di una nuova realtà. Ed è stato proprio così per me, nonostante lo smart working e l'impossibilità di conoscere dal vivo tutti i colleghi, il processo di onboarding mi ha permesso di comprendere l'organizzazione aziendale, i suoi valori, la sua storia ed evoluzione.

    Durante le prime settimane numerose call virtuali mi hanno aiutato ad entrare nel mondo ERG e a comprendere l'importanza del ruolo delle persone al suo interno, le quali agiscono in modo sinergico per raggiungere obiettivi comuni. Il processo è stato interessante e decisamente inclusivo, non mi sono mai sentita "sola davanti ad uno schermo" anzi, mi sono sentita dal primo giorno parte di un grande team.

    Questa è una sensazione che percepisco ogni giorno grazie ai miei colleghi del Back Office che non ho mai incontrato di persona, ma che sento quotidianamente e che mi permettono giorno dopo giorno di crescere grazie alla loro grande disponibilità e guida. Non vi nascondo che, tuttavia, non vedo l'ora di poter finalmente incontrare tutti dal vivo e associare ad ogni voce finalmente un volto.
  • Di che cosa ti stai occupando in particolare in ERG?
    In ERG mi occupo di attività di contract management, metering, settlement, liquidazione e reporting di diversi contratti di energia. La finalità è il controllo e la verifica puntuale dei dati associati alle attività relative ai vari business, nel pieno rispetto degli adempimenti normativi. L'ambiente di lavoro è fortemente stimolante, ed il team working risulta essere essenziale.

    Ogni giorno mi trovo ad affrontare nuove sfide coordinando il mio lavoro con quello di numerosi colleghi, anche al di fuori del mio ufficio. Interagire con diverse figure su varie tematiche, stimola fortemente la mia curiosità sulle numerose attività aziendali e, contestualmente, mi permette di migliorare le mie soft skills.

Mariagiovanna, Laurea in Economia - Operating Treasury

  • Presentati…
    Mariagiovanna Puppo, 39 anni, nata e cresciuta a Genova, città che adoro perché "schietta" e "genuina", una città da "prendere o lasciare" e che io ho scelto appunto di non lasciare. Ho frequentato quindi l'Università di Genova e mi sono laureata in Economia e Commercio, dopodiché ho iniziato fin da subito a lavorare all'interno di aziende, operanti nel settore energetico, presso l'ufficio di Tesoreria.

    Dopo un paio di anni in Carbotrade Gas S.p.A, ho iniziato la mia esperienza in Axpo S.p.A dove, oltre a svolgere le attività di Tesoreria, ho potuto accrescere le mie competenze in ambito di Project Financing, attraverso la gestione dei relativi contratti stipulati per la costruzione e finanziamento di due centrali elettriche in sud Italia. Dopo sei anni ho colto l'opportunità di entrare in Ansaldo Energia S.p.A e quindi di lavorare nell'Head Office di un gruppo internazionale, implementando e gestendo la tesoreria a livello centralizzato.

    Oggi sono mamma di una splendida bambina di un anno, che si chiama Futura, e il tempo libero che non trascorro con lei e mio marito lo dedico principalmente allo sport e alla lettura.

     
  • Quale posizione ricopri in ERG?
    Operating Treasury.
  • Cosa ti ha fatto scegliere ERG?
    La motivazione principale è la storia di ERG e la sua evoluzione. Penso infatti che oggi giorno le società non possano più permettersi di restare ferme e ancorate a quello che fanno e hanno sempre fatto, in quanto il mercato che le circonda è in continuo movimento, pertanto penso sia vincente non solo seguire il mercato ma talvolta saperlo anticipare.
  • Come è stato cambiare lavoro nel periodo del Coronavirus?
    Stranissimo perchè in contrasto con tutto quello che si stava vivendo. In una situazione in cui tutto sembrava paralizzato, vivere questo cambiamento è stato assolutamente positivo e stimolante.
  • Come è stato il tuo onboarding?
    Nonostante nel periodo del Coronavirus la distanza fisica tra le persone sia diventata necessaria, ho comunque riscontrato piena disponibilità e supporto da parte dei colleghi anche lavorando in remoto.
     
  • Di che cosa ti stai occupando in particolare in ERG?
    All'interno dell'ufficio di Operating Treasury gestiamo principalmente la liquidità di gruppo a breve-medio termine, con l'obiettivo di assicurare un'efficiente circolazione dei flussi finanziari sia all'interno che all'esterno del gruppo stesso.
     

Lorenzo, Ingegnere Meccanico - Scheduling and Project control

  • Presentati…
    Ciao! Mi chiamo Lorenzo. 36 anni. Marito e papà. Lavoro dal 2008. Le mie precedenti esperienze sono sempre nel mondo dell'energia, prima nel nucleare e poi nelle rinnovabili. Ho lavorato in Italia, Francia, Slovacchia, Sud America. Ora è cominciata la nuova avventura genovese…
     
  • Quale posizione ricopri in ERG?
    Referente di "Scheduling and Project control" all'interno dell'unità di Engineering Development. I miei collaboratori ed io supportiamo l'unità di ingegneria in merito alla gestione dei tempi e costi dei progett,i sia in fase di sviluppo che di esecuzione per l'intero perimetro europeo.
     
  • Cosa ti ha fatto scegliere ERG?
    Fin dai primi contatti che ho avuto, traspare subito un'azienda ambiziosa e determinata a ritagliarsi un ruolo importante nel perimetro italiano ed estero.

    L'azienda era conosciuta come attore nel settore del petrolio; in pochi anni ha saputo cambiare completamente pelle ed anticipare una tendenza globale verso le rinnovabili: un processo decisamente non facile, quasi azzardato all'inizio, ma realizzato con grande lungimiranza ed ottimi risultati.
     
  • Come è stato cambiare lavoro nel periodo del Coronavirus?
    Una grande scommessa. Eravamo tutti confinati, ognuno chiuso nella sua piccola bolla. L'idea di cambiar lavoro, azienda e città in quel momento sicuramente non è stato un fattore facile da gestire, né per me né ERG.

    Abbiamo fatto tutto il processo di selezione via Teams e telefono, senza mai poterci incontrare fisicamente. I colloqui iniziavano con l'analisi dati del Covid del giorno.

    Allo stesso tempo, questa situazione è stata certamente più informale: con ERG in smart working, avevo visto le case dei miei futuri colleghi ancor prima di essere stato assunto…
     
  • Come è stato il tuo onboarding?
    L'onboarding è stato molto curioso. Oltre alla serie di riunioni conoscitive organizzate da HR per la presentazione dell'azienda e di molte tematiche trasversali, l'incontro con i colleghi è avvenuto piano piano.

    Con le presenze scaglionate negli uffici, abbiamo organizzato un tetris di incontri conoscitivi individuali per comprendere nei dettagli le loro aree d'azione e come avremmo potuto lavorare insieme al meglio. Sfortunatamente dopo quasi 4 mesi non ho avuto ancora la possibilità di incontrare tutti di persona e di questo me ne rammarico.

    Spero che le cose si stabilizzino e si possa tornare alla normalità presto. Debbo però ammettere che tutti sono stati davvero disponibili a concedermi un po' del loro tempo tra le 1000 riunioni della giornata e questo mi ha permesso di inserirmi in tempi rapidi nell'ingranaggio aziendale.
  • Di che cosa ti stai occupando in particolare in ERG?
    Come dicevo, seguo il controllo progetti per quanto riguarda la pianificazione e la gestione dei costi. Lavoriamo a stretto contatto con i Project Manager per assicurare che tutti i progetti vengano raggiuti nei tempi e secondo stime economiche che avevamo previsto. Quest'anno stiamo gestendo progetti di ripotenziamento dei nostri parchi eolici italiani (repowering e reblading) e nuovi cantieri in Europa. L'anno prossimo l'aspettativa dell'azienda è decisamente più alta e la nostra competenza, determinazione e motivazione saranno determinanti.
Chiudi

Condividi articolo

Invia