ERG nel presente e nel futuro

Il nome ERG è connesso al mondo dell'energia da 80 anni e continuerà a esserlo nel futuro, che vediamo sostenibile e rinnovabile.

Abbiamo cambiato modo di produrre energia senza cambiare il nostro DNA industriale, rafforzando la nostra mission di produttori indipendenti di energia, creando progetti di valore pronti a cogliere le opportunità future grazie al nostro know-how, alla flessibilità e alla nostra solidità finanziaria.

La riconversione industriale: una trasformazione di successo

ERG ha completato la sua trasformazione in soli 10 anni. Siamo riusciti ad interpretare il cambiamento del panorama energetico globale per rispondere alle nuove esigenze di mercato prima di altre aziende.

Riconvertendo il nostro business in modo rapido, anche se in un periodo di crisi economica, abbiamo messo in pratica la nostra attitudine alla flessibilità e la capacità di fare tesoro dell'esperienza passata pur in un contesto che è profondamente cambiato negli ultimi anni. La trasformazione è stata riconosciuta anche dal passaggio dal settore Oil a Utility in Borsa.

Nel 2016, dopo aver completato il nostro processo di riconversione industriale, abbiamo intrapreso un profondo programma di consolidamento societario, organizzativo e operativo, in coerenza con la nuova mission e dimensione industriale di operatore europeo elettrico indipendente (IPP – Indipendent Power Producer). Il progetto di One Company ha portato ad una significativa revisione della struttura organizzativa e societaria del Gruppo, per renderla più funzionale al nostro nuovo modello di business.

Le fonti programmabili e non programmabili

Produciamo energia attraverso vento, sole, acqua, e gas naturale. Si tratta di fonti naturali, complementari tra loro, flessibili e dinamiche, con una caratteristica in comune: quella di generare energia pulita.

Vento e sole sono non programmabili mentre le fonti programmabili, come acqua e gas naturale, possono essere gestite in base alla richiesta di energia e permettono di partecipare al mercato elettrico come operatori di sistema. L'energia elettrica non è stoccabile quindi, la produzione deve sempre eguagliare il consumo, è per questo che diventa fondamentale una programmazione efficiente degli asset produttivi.

Questo è il compito del nostro Energy Management, che lavora per ottimizzare la produzione in base alle esigenze del mercato elettrico.

Politiche energetiche e progetti per il futuro

Nell'ambito di un contesto competitivo profondamente mutato negli ultimi anni, la nostra strategia è quella di continuare a crescere nelle rinnovabili, forti del nostro know how industriale, sulla nostra presenza territoriale, sull'efficienza operativa e sulla flessibilità del portafoglio integrato.

Il piano industriale ERG 2018-2022 ha l'obiettivo di incrementare di 850 MW la capacità installata. Per fare questo guardiamo sempre di più all'estero, in particolare alla Francia, alla Germania e al Regno Unito.

Gli investimenti di ERG verso le rinnovabili rispondono alle esigenze di lotta al cambiamento climatico e di riduzione delle emissioni: senza un radicale cambiamento della produzione e dei consumi non possiamo tracciare una via.
 

Incrementare di 
850 MW
la capacità installata

un programma di investimenti di

1,7 miliardi


La transizione energetica ci vede protagonisti del futuro sostenibile: vogliamo essere un punto di riferimento, sia a livello nazionale che europeo. Continueremo a muoverci in questa direzione, attraverso un programma di investimenti per circa 1,7 miliardi tra il 2018 e il 2022.

Queste sono le principali leve per il raggiungimento degli obiettivi del Piano Industriale 2018 -2022:
 
Greenfield e CoSviluppo
Abbiamo in programma di proseguire la strategia di crescita del Gruppo attraverso lo sviluppo organico o accordi  di co-sviluppo in Francia, Germania e Regno Unito.
 
M&A
Continueremo ad avere un approccio aperto verso le opportunità di crescita nelle rinnovabili nei paesi di interesse, facendo leva sull'esperienza che deriva dal nostro percorso di trasformazione e sulle sinergie del portafoglio ormai consolidato.
 
Repowering
Considerando l'evoluzione tecnologica del settore eolico anche in Italia, l'obiettivo è quello di effettuare il repowering, la sostituzione integrale degli impianti nei parchi dotati di tecnologia obsoleta, ma posizionati in siti ventosi.
 
Reblading
Un altro importante obiettivo per il panorama nazionale è l'attività di reblading, la sostituzione delle pale delle turbine eoliche ormai datate, con altre di nuova tecnologia e aerodinamicamente più efficienti.
 
Pagina modificata il giorno 30 set 2020