Governance

I valori e i principi etici che guidano il nostro Gruppo nello svolgimento della sua attività d'impresa sono radicati in un patrimonio consolidato nel tempo. Questi valori, ai quali deve essere improntata la condotta di tutti coloro che operano nell'ambito della nostra azienda, sono principalmente:
  • l'integrità morale, l'onestà personale e la correttezza nei rapporti interni ed esterni;
  • la trasparenza nei confronti di azionisti, portatori di interessi correlati e mercato;
  • il rispetto dei dipendenti e l'impegno a valorizzarne le capacità professionali;
  • l'impegno sociale;
  • la tutela della salute, della sicurezza e dell'ambiente.
Più in generale, il principio cardine si basa sul rifiuto di ogni condotta non compatibile con un modello organizzativo e gestionale caratterizzato dall'assoluto rispetto delle norme di legge e delle regole comportamentali e procedurali che vigono all'interno dell'azienda.
 

I principi di Gruppo e lo sviluppo internazionale


In seguito al continuo sviluppo internazionale del nostro Gruppo, abbiamo sentito l'esigenza di rendere più semplice la diffusione dei suoi principi verso le società estere e le controparti locali: il Codice Etico è stato quindi tradotto in inglese e in francese e tutte le società di diritto estero lo hanno adottato. Il Modello 231, invece, è stato tradotto in inglese e reso disponibile sul nostro sito.

Tutte le società di diritto estero hanno inoltre approvato le Linee Guida Anticorruzione emesse da ERG, che riprendono i principi di comportamento in linea con quanto già disciplinato dal Modello 231. In particolare, nella gestione delle attività aziendali è previsto che siano rispettati i principi di comportamento che fanno riferimento a:

•    i principi riportati nel Codice Etico;
•    la separazione dei compiti;
•    l'attribuzione dei poteri;
•    la trasparenza e tracciabilità dei processi;
•    l'adeguatezza delle norme interne;
•    la formazione del personale;
•    la job rotation.

I comitati


Il sistema di Governo Societario adottato prevede l'istituzione di specifici comitati consiliari (Comitato Controllo e Rischi, Comitato Nomine e Compensi, Comitato Strategico) e comitati interni (Corporate Committee, Investment Committee, Risk Committee, Human Capital Committee, Business Review Committee, Leaders Meeting, Sustainability Committee) con compiti istruttori, consultivi e/o propositivi in relazione a materie particolarmente rilevanti a livello economico, finanziario e strategico, in modo che su detti argomenti si possa avere sia un confronto di opinioni che una serie di verifiche tali da garantire l'assunzione, da parte del Consiglio di Amministrazione, di decisioni consapevoli e chiaramente rappresentate.

Tali comitati concorrono anche alla definizione delle metodologie di misurazione dei rischi, alla loro individuazione, valutazione e controllo ed hanno un ruolo consultivo e propositivo verso il Chief Executive Officer relativamente a:
definizione delle strategie e delle politiche di risk management;
valutazione delle operazioni di maggior rilievo e analisi dei rischi associati;
monitoraggio dell'avanzamento delle operazioni di maggior rilievo e verifica dell'applicazione delle politiche di gestione dei rischi.

L'infografica sottostante illustra i nostri comitati interni: