Comunicati stampa

Il Consiglio di Amministrazione di ERG S.p.A. approva la Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2016

MOL consolidato a valori correnti1: 273 milioni di Euro, 198 milioni nel 1° semestre 2015

Risultato netto di Gruppo a valori correnti2: 74 milioni di Euro, 57 milioni nel 1° semestre 2015

Genova, 5 agosto 2016 – Il Consiglio di Amministrazione di ERG S.p.A. riunitosi oggi, ha approvato la Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 20163. I dati del secondo trimestre, non sottoposti ad approvazione da parte del Consiglio di Amministrazione e non soggetti a revisione contabile, sono da intendersi pro-forma e vengono esposti per completezza e continuità di informazione.

Risultati finanziari consolidati a valori correnti

II Trimestre

Principali dati economici (milioni di Euro)

I Semestre

2016

2015

 

Var. %

 

2016

2015

Var. %

111

86

+28%

MOL

273

198

+38%

46

46

-

Risultato operativo netto

145

116

+24%

17

23

-26%

Risultato netto di Gruppo

74

57

+31%

 

 

30.06.16

31.12.15

Variazione

Indebitamento finanziario netto (milioni di Euro)

1.840

1.448

+ 392

Leverage4

54%

46%

 

 

Luca Bettonte Amministratore Delegato di ERG ha commentato: "grazie al nuovo assetto industriale, basato su un portafoglio di generazione tecnologicamente e geograficamente diversificato, oltre che bilanciato tra fonti programmabili e non programmabili, il margine operativo lordo del Gruppo anche nel secondo trimestre è stato molto soddisfacente e in forte crescita. Il trimestre, in particolare, ha beneficiato del pieno contributo di tutti i nuovi asset acquisiti sia eolici che idroelettrici per oltre 900 MW di potenza installata, oltre che di migliori condizioni di ventosità in particolare in Italia. La generazione termoelettrica ha registrato una buona performance nel periodo grazie anche al sempre maggiore contributo delle attività di Energy Management e nonostante dal 28 maggio sia entrato in esercizio in anticipo il cavo Sorgente-Rizziconi. I risultati del periodo, ma più in generale del semestre, sono da ritenersi ancora più soddisfacenti se visti alla luce sia dello scenario dell'energia particolarmente sfavorevole, con prezzi e domanda interna in continua contrazione, che della scarsa idraulicità nel periodo. Per la restante parte dell'anno, nonostante le aspettative per uno scenario ancora molto debole, i risultati fin qui raggiunti ci permettono di confermare la guidance per il 2016 che prevede, a fine anno, un margine operativo lordo di circa 440 milioni di Euro e un indebitamento netto di circa 1,73 miliardi di Euro, inclusivo sia degli investimenti nel Regno Unito che del dividendo straordinario pagato a maggio."

Archivio comunicati stampa

Filtra per:


123
sendmail-close

Invia via mail

Invia