Come vediamo il Futuro

Il futuro che vediamo è rinnovabile. Continueremo a muoverci in questa direzione, attraverso un programma di investimenti per 1,9 miliardi tra il 2015 e il 2018, portando avanti progetti di qualità e tenendoci pronti a cogliere le opportunità che verranno grazie al nostro know-how, alla flessibilità e alle capacità finanziarie.

Il XIX secolo è stato il secolo del carbone. Il XX del petrolio. Il XXI sarà per noi secolo dell'energia verde. Si stima che nel 2040 il 35% di tutta la produzione di energia elettrica sarà da fonti rinnovabili*. L'eolico crescerà nel mondo di sette volte tra il 2012 e il 2040**, in Europa quadruplicherà. Già dal 2020 i costi di produzione saranno inferiori rispetto a carbone a petrolio. Il che significa che grazie alla maggiore efficienza e alla riduzione dei costi le rinnovabili iniziano a essere decisamente competitive.

Scenario e politiche energetiche 
Negli ultimi anni si è raggiunta una consapevolezza diffusa sul legame diretto tra fenomeni quali l'emissione di gas serra e il riscaldamento globale e sulla necessità di mettere in atto azioni concrete per arrestare i cambiamenti climatici.

In Italia le attuali linee guida di politica energetica sono dettate dal Pacchetto per il clima e l'energia 2020 contenuto all'interno della strategia Europe 2020, che definisce gli obiettivi energetici da raggiungere entro il 2020 a livello di Unione Europea.

Nel 2011 la Commissione Europea ha definito la roadmap 2050 in cui delinea le linee guida per una quasi totale de-carbonizzazione della nostra economia andando oltre alla strategia 2020, con l'obiettivo finale di contenere il riscaldamento globale prodotto dal cambiamento climatico di origine antropica entro i 2°C. Come passo intermedio del percorso, a ottobre 2014 il Consiglio Europeo ha raggiunto un accordo sulla politica ambientale ed energetica per il 2030.

In questo contesto si inserisce anche l'accordo sui cambiamenti climatici di Parigi (COP21) sottoscritto da 196 Parti nel mondo.

Scenario e politiche energetiche da Rapporto di Sostenibilità ERG 2015

I nostri progetti per il futuro 
Nella transizione in atto emerge sempre più la centralità dello sviluppo delle fonti rinnovabili.
Noi abbiamo anticipato queste tendenze a livello mondiale attuando un radicale cambiamento nel nostro modello di business.Nel nostro piano industriale 2015-2018 abbiamo tracciato le linee strategiche dello sviluppo dei prossimi tre anni.
*fonte: World Energy Outlook, IEA Nov.2015
** Bloomberg, New Energy Outlook 2015
Crescita di 600 MW della potenza installata nell'eolico all'estero 
La crescita avverrà attraverso un modello di business che privilegia lo sviluppo organico nei Paesi a maggior potenziale di sviluppo come Francia, Germania, Polonia e Regno Unito. I MW installati all'estero (850 MW a fine 2018) saliranno al 44% del totale dall'attuale 37%.

Internalizzazione delle attività di gestione operativa nell'eolico 
Abbiamo concluso l'internalizzazione delle attività di gestione e manutenzione (O&M) in Italia e abbiamo iniziato questo processo all'estero, in Francia e in Germania.

Integrazione del nucleo idroelettrico di Terni
Intendiamo massimizzare il valore dell'acquisizione del 2015 del nucleo idroelettrico di Terni attraverso attività finalizzate all'integrazione delle persone e degli asset.

Energy Management: gestione integrata del portafoglio di oltre 8TWh di energia elettrica al 2018 
Potenzieremo ulteriormente le attività di Energy Management che potranno contare su un portafoglio più ampio, diversificato e bilanciato. La gestione unitaria e integrata del portafoglio di energia permetterà anche un miglior controllo dei rischi.

Continuo miglioramento dell'efficienza dell'impianto termoelettrico di ERG Power 
Continueremo a migliorare la qualità e l'efficienza dell'impianto a ciclo combinato per massimizzare il contributo ai risultati economici del gruppo.

Aumento della produzione di energia elettrica a emissioni zero 

ERGLab


ERGLab è il think tank concepito da ERG per di approfondire i temi legati alle sfi de energetiche ed ambientali con cui l'Europa ed il nostro Paese saranno chiamati a confrontarsi nel prossimo futuro.

Approfondisci nella sezione Sostenibilità...
Pagina modificata il giorno 10 ago 2016